La gravità potrebbe essere responsabile della sindrome dell’intestino irritabile?

Donna che soffre di mal di stomaco.— Pexels
Donna che soffre di mal di stomaco.— Pexels

Alcuni individui potrebbero essere in grado di evitare sindrome dell’intestino irritabile (IBS) semplicemente riscrivendo le regole fondamentali della fisica, uno studio pubblicato in L’American Journal of Gastroenterologaffermazioni. Secondo i ricercatori del Cedars-Sinai Medical Center, la gravità stessa potrebbe essere il causa sottostante dell’IBS.

“Finché c’è stata vita sulla Terra, dai primi organismi all’Homo sapiens, la gravità ha modellato inesorabilmente tutto sul pianeta”, ha dichiarato Brennan Spiegel, MD, MSHS, direttore della ricerca sui servizi sanitari presso Cedars-Sinai, in un comunicato stampa .

“I nostri corpi sono influenzati dalla gravità dal momento in cui nasciamo fino al giorno in cui moriamo”.

Almeno il 10% della popolazione soffre di IBS

La teoria di Spiegel spiega come il cervello, la colonna vertebrale, il cuore, i nervi e l’intestino si siano evoluti nel tempo per adattarsi all’attrazione gravitazionale del pianeta. Nonostante il fatto che i meccanismi dell’IBS siano stati discussi per la prima volta nella scienza più di un secolo fa, nessuno è stato ancora in grado di determinarne le cause sottostanti. Anche se colpisce circa una persona su 10 nel mondo, i ricercatori non sono ancora sicuri della sua causa.

Allo stesso tempo, i ricercatori hanno fatto molta strada per comprendere la malattia in modo più approfondito. Ci sono una serie di idee che spiegano come si manifesta clinicamente l’IBS. Esistono prove a sostegno dell’uso di neuromodulatori e terapie comportamentali nel trattamento dei sintomi dell’IBS, e una teoria sostiene che la condizione sia causata da uno squilibrio nel sistema intestino-cervello.

Un altro afferma che la causa dell’IBS è l’interruzione della flora intestinale (i microrganismi nell’intestino) e che la condizione può essere trattata con antibiotici o una dieta a basso contenuto di FODMAP che mira a ridurre gli alimenti ricchi di fibre e carboidrati che possono irritare il rivestimento dell’intestino. Altri sostengono che la malattia può anche essere causata da problemi con il sistema nervoso autonomo, intestino ipersensibile, livelli aberranti di serotonina o problemi di motilità.

Spiegel ha detto che si chiedeva se tutte le spiegazioni potessero essere contemporaneamente vere.

“Mentre riflettevo su ogni teoria, da quelle che coinvolgono la motilità dei batteri, alla neuropsicologia dell’IBS, mi sono reso conto che potevano tutte indicare la gravità come fattore unificante. All’inizio sembrava piuttosto strano, senza dubbio, ma quando ho sviluppato l’idea e l’ho gestita dai colleghi, ha iniziato ad avere un senso.

In che modo la gravità gioca un ruolo?

Gli organi possono abbassarsi a causa della gravità, spostandoli dalla loro posizione appropriata. Le parti pesanti dell’addome possono causare problemi muscoloscheletrici e gastrointestinali se si spostano fuori posto. A causa della loro capacità anatomicamente superiore di sostenere il peso, non tutti lo sperimentano.

L’idea che la gravità abbia un impatto sulla salute umana va oltre il tratto digestivo e può includere anche l’umore e i nervi.

“Anche il nostro sistema nervoso si è evoluto in un mondo di gravità, e questo potrebbe spiegare perché molte persone sentono delle ‘farfalle’ addominali quando sono ansiose”, ha aggiunto il professore.

I livelli di serotonina sono correlati perché sono principalmente responsabili dell’elevazione dell’umore. Quando i livelli fluttuano, può essere difficile per le persone svolgere le attività quotidiane, tra cui alzarsi in piedi, mantenere l’equilibrio e pompare il sangue e il contenuto dell’intestino contro la gravità.

Spiegel e altri esperti concordano sul fatto che sono necessarie ulteriori ricerche per valutare questa nozione date tutte le parti mobili.

Source link