La musica può essere terapeutica per i malati di cancro: studio

Donna in camicia a maniche lunghe blu che indossa un velo floreale nero e viola da qualche parte in Portogallo.— Pexels
Donna in camicia a maniche lunghe blu che indossa un velo floreale nero e viola da qualche parte in Portogallo.— Pexels

Ricerca recente, pubblicata sulla rivista Terapie integrative contro il cancroda un team del Cleveland Medical Center degli ospedali universitari, suggerisce che la musica potrebbe essere una medicina per molti.

La canzone giusta al momento giusto può creare le condizioni di guarigione ideali. I ricercatori hanno scoperto che l’anemia falciforme (SCD) e i malati di cancro che ricevevano cure presso un centro oncologico accademico riportavano una riduzione molto ridotta del dolore e ansia dopo aver praticato la musicoterapia.

In particolare, rispetto ai pazienti con malattie ematologiche e/o oncologiche esclusa la SCD, i partecipanti alla musicoterapia con SCD hanno riportato livelli basali significativamente più elevati di disagio e ansia.

Un’indagine retrospettiva condotta tra gennaio 2017 e luglio 2020 ha prodotto questi risultati.

Più di 1.100 pazienti hanno ricevuto 4.002 musico-terapia sessioni dei musicoterapisti di UH Connor Whole Health durante quel periodo, inclusi 2.400 incontri presso l’UH Seidman Cancer Center. Questo è stato il più grande studio che sia mai stato fatto sull’efficacia pratica della musicoterapia in ematologia e oncologia.

Questo lavoro si basa anche su una lunga storia di influenti studi di musicoterapia finanziati dalla Kulas Foundation condotti presso UH per esaminare l’efficacia della musicoterapia nelle cure palliative, nella chirurgia e nell’anemia falciforme.

“La programmazione della musicoterapia fornita al Seidman Cancer Center offre un mezzo unico ed efficace di gestione dei sintomi per pazienti e familiari durante il loro viaggio contro il cancro”, ha affermato Seneca Block, The Lauren Rich-Fine Endowed Director of Expressive Therapies presso UH Connor Whole Health, in un comunicato stampa.

“In particolare, i servizi di musicoterapia sono completamente integrati sia nelle unità di degenza che in quelle ambulatoriali per garantire la continuità delle cure durante i periodi di trattamento transitori”.

I ricercatori hanno esaminato la consegna clinica e l’efficacia della musicoterapia. Più specificamente, i ricercatori hanno confrontato l’impatto della musicoterapia su pazienti adulti con dolore, ansia e stanchezza da SCD con quello della stessa musicoterapia su pazienti adulti con disturbi ematologici e/o oncologici escluso SCD (gruppo HemOnc).

Al fine di soddisfare le esigenze dei pazienti di coping, gestione del dolore, riduzione dell’ansia e autoespressione, i musicoterapisti hanno utilizzato l’ascolto di musica dal vivo, la creazione di musica attiva e interventi di scrittura di canzoni. Anche i livelli di disagio, ansia e stanchezza auto-riferiti dai pazienti sono stati valutati dai musicoterapisti utilizzando una scala da 0 a 10 all’inizio e alla fine di ogni sessione.

Le sessioni sono state registrate dagli autori dello studio nella cartella clinica elettronica di ogni persona.

Secondo gli autori, ci sono state diminuzioni statisticamente significative del dolore (1,48 unità), dell’ansia (2,58 unità) e dell’affaticamento nel campione combinato di pazienti nei gruppi SCD e HemOnc. È importante sottolineare che le variazioni del dolore e dell’ansia sono andate oltre le soglie clinicamente significative.

Tuttavia, le sessioni di musicoterapia dei due gruppi erano diverse, con il gruppo SCD impegnato in una produzione musicale, scrittura di canzoni e registrazione di canzoni notevolmente più attiva rispetto al gruppo HemOnc. Inoltre, molti pazienti hanno espresso la loro soddisfazione per la musicoterapia, con temi che includevano divertimento, gratitudine e miglioramenti dell’umore, del dolore e dell’ansia.

“Mi aiuta a rilasciare la pressione quotidiana e lo stress che sta succedendo”, ha detto un paziente presente nell’analisi qualitativa dello studio. “Ho passato molti momenti difficili, ma questo mi dà davvero coraggio. Mi hai dato un modo per esprimere i miei sentimenti”.

Le testimonianze dei clienti mostrano quanto siano fondamentali i musicoterapisti per soddisfare le esigenze dei pazienti.

Source link